Carne rossa vs. Carne bianca: tutte le bufale

carne

Da anni si discute sul rapporto tra carne rossa e salute, proponendo come valida alternativa un consumo più importante di carni bianche. Tuttavia, occorre fare chiarezza su tale argomento, per non rischiare di diventare vittime delle bufale che circolano in rete.

carne

Innanzi tutto, è bene conoscere da cosa deriva la differenza tra carni rosse e bianche: colpevole della diversa colorazione di questi alimenti è una molecola chiamata mioglobina, che si trova nei muscoli. Questa ha il compito di immagazzinare ossigeno in vista di eventuali sforzi futuri. Di conseguenza è facile spiegare perché nelle carni di pollo e tacchino, animali di piccola taglia che affrontano sforzi leggeri, vi sia scarsa mioglobina, mentre animali come il cavallo presentano una carne dalla colorazione molto scura.

Ma è vero che la carne rossa è più ricca di ferro?

Assolutamente no. Basta un piccolo esempio: 100 gr di tacchino, carne bianca, contengono circa 2,5 mg di ferro ma vi è la medesima quantità di questo elemento anche in 100 gr di bovino, carne rossa!

La carne bianca è più magra?

Ni. È vero che alcuni tagli di carne rossa, assieme a un elevato apporto proteico, contengono diversi grassi saturi e di conseguenza hanno un contenuto calorico maggiore rispetto alle carni bianche. Tuttavia non tutti sanno che esistono moltissimi tagli di carne rossa con un basso apporto calorico: per esempio, diversi tagli di cavallo hanno molte meno calorie di alcune parti di tacchino.

La carne rossa è pericolosa per la salute?

Dipende dal consumo, come per ogni altro alimento. Un’assunzione smodata di carni rosse, soprattutto se lavorate come gli insaccati, può rappresentare un rischio per la formazione di alcuni tumori. Eppure attorno a tale argomento si è fatto facile allarmismo per nulla. Sono infatti tantissimi gli alimenti che, se consumati in dosi eccessive, possono causare importanti problemi di salute. Non occorre certo eliminare dalla propria dieta la carne rossa, ma cibarsene con moderazione.
Come per ogni cosa, in medio stat virtus!